venerdì 2 giugno 2017

Chimica for Dummies

Mi rendo conto che nell’ultimo post ho tirato fuori un argomento piuttosto complesso dal punto di vista concettuale. La semiotica era il campo d’insegnamento di Umberto Eco. Il mio invece è principalmente la Chimica. La maggior parte dei miei studenti fa interventi intelligenti, ma mi capita anche di sentire delle autentiche bestialità. Per cui mi sono detto: perché non fare un post mettendo assieme le cose più cretine che ho sentito dire?


“I tensioattivi rendono l’acqua più bagnata.”
Da un programma divulgativo in onda su Real Time.

“L’antimateria: la versione MALVAGIA della materia.”
Morgan Freeman nel suo programma di divulgazione scientifica, che con questa frase si è giocato ai miei occhi qualsiasi credibilità potesse avere.

“Qui abbiamo una ciotola di glucosio, qui una di destrosio…”
Proprietario di un’azienda alimentare che mostra orgoglioso gli ingredienti dei suoi prodotti in un programma su Rete 4, e che non si rende conto che la ditta che glieli vende lo sta fregando: glucosio e destrosio sono infatti la stessa cosa.

Io (indicando la struttura della grafite): “Quella lì, riconoscete che cos’è? L’abbiamo vista il primo giorno.”
Studente: “Un alveare?” 

Io: “L'acqua è un isolante: diventa conduttiva solo in presenza di elettroliti, cioè di sali disciolti. Quindi se riempite una vasca di acqua PURA, vi ci immergete e vi cade il phon acceso dentro, non vi succede nulla, non rimanete fulminati.”
Studente (studente tamarro, n.d.b.): “Davvero?! Allora possiamo fare troppo uno scherzone…”
Io: “No vabbé, io non starei a provarlo, eh…”
Studente: “Ci faccio troppo uno scherzo a mia sorella…”
Io: “Che clima familiare hai in casa?”

Io: “Le ammine spesso sono tossiche. E anche puzzolenti. In genere ciò che puzza è anche tossico. L'olfatto serve a riconoscere un potenziale pericolo.”
Studente (studente deficiente, n.d.b.): “Allora le vecchiette sul pullman sono tossiche!” 

Studente (lo stesso della perla precedente): "Ma è vero che i farmaci sono dei veleni?"
Io: "N-no... Cioè in che senso sarebbero dei veleni, scusa?"
Studente: "Eh, non c'è disegnato un serpente sui farmaci?"
Io (comprendendo alla fine a cosa si stesse riferendo): "Ma no! Quello è il caduceo! Il bastone di Esculapio!"
Studente: "..."
Io: "Il dio della medicina!"

Io: “L’ozono è tossico."
Studente (studente imbecille, n.d.b.): “Allora abbiamo fatto bene a fare il buco dell’ozono. Euh euh euh!”
Io: “Sì, proprio un’idea geniale, guarda…”

Io (disegnando la struttura di un tensioattivo): “Questo vi ricordate che cos’è?”
Studente: “Uno spermatozoo?”

Io: “Il disprosio è un metallo, ma è talmente tenero che lo si può tagliare con un coltello.”
Studentessa (studentessa cafona, n.d.b.): “A che serve il disprosio?”
Io: “Non saprei. Ma ci saranno sicuramente delle applicazioni…”
Studentessa: "Adesso lo cerco!"
Io: "Dicevamo: non tutti i metalli sono adatti per..."
Studentessa (guardando da wikipedia): “Qui dice che ci fanno i CD!”
Io: “Ok, va bene…”
Studentessa: “Lo puoi dire al prossimo corso!”
Io: “Sicuramente.”

Collega di Fisica: "Quei bicchieri che si usano in chimica…"
Io: "Sì, solo non me li chiamare bicchieri. Sono beute!"

Io (parlando di fenomeni di bioaccumulo): “Nelle acque inquinate da mercurio, il pesce lo assorbe, e poi lungo la catena alimentare il mercurio arriva fino a noi.”
Studentessa: “Ce lo dice perché a pranzo abbiamo mangiato sushi?”

Io: “La parafenilendiammina può provocare allergie ritardate con la comparsa, una quindicina di giorni dopo il tatuaggio, di un eczema che riproduce il motivo del disegno tracciato con l'henné.”
Studentessa: “Che bello!”
Io: “Mica tanto…”
La studentessa ha poi cambiato parere dopo aver visto un’immagine del suddetto eczema.

Io: "La pepsina è il nostro principale enzima digestivo. Oltre a ciò ha anche dato il nome a una bevanda."
Studenti: "La Pepsi!"
Io: "Esatto."
Studente (ce n'è almeno uno ogni anno che lo chiede, n.d.b.): "Ma quindi nella Pepsi c'è la pepsina?"


Io (parlando di microclima): “…e poi l’attività metabolica dell’individuo.”
Studente: “Ma certo! Un CICCIONE produce molto più calore!”
  
Studente: “Ma l’azoto è tossico?”
Io: “Lo stai respirando in questo momento.”

25 commenti:

  1. La Pepsi dovrebbe chiamarsi così proprio perché richiamerebbe la digestione, o no?
    Cooomunque, bella rubrica, però è vero che voi scienziati vedete tutto troppo inquadrato: quello E' un alveare, e Morgan Freeman ha ragione nel parlare così, rende tutto più avventuroso e fantastico! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non so... in effetti la Coca-Cola nasce come medicina per il mal di testa, quindi potrebbe anche darsi. Sicuramente però dentro non c'è pepsina!
      Invece sull'alveare io poi gioco un po', perché in fondo - come metafora - non è troppo lontano dal comportamento della grafite. Quegli anelli sono elettroni che gli atomi di carbonio compartecipano tra tutti quelli della struttura, essendo un po' di tutti un po' di nessuno sciamano attorno alla struttura della grafite esattamente come le api di un alveare. La differenza è che le api nel loro sciamare producono un bel ronzio, mentre lo sciamare degli elettroni permette il passaggio della corrente elettrica. ;)

      Elimina
    2. potrebbe essere un bel parallelismo alla Lynch: api e elettricità :)

      Moz-

      Elimina
    3. Allora dovresti vederti l'ultimo episodio della terza stagione di Black Mirror (bellissimo!). :)

      Elimina
  2. Le ammine spesso sono tossiche. E anche puzzolenti. In genere ciò che puzza è anche tossico. L'olfatto serve a riconoscere un potenziale pericolo.”
    Studente (studente deficiente, n.d.b.): “Allora le vecchiette sul pullman sono tossiche!

    Dai però questa è carina xD Anche un mio prof di organica fece una battuta simile quando spiegò i ferormoni! Poichè in classe si sentiva un'incredibile tanfo di piedi, lui disse "ci sono i ferormoni....e i FETOormoni. Questi ultimi li produce solo chi non capisce che lavarsi quotidianamente è un bene non solo per la propria salute ma anche per quella altrui" (in sicilia "feto" o "fetu" vuol dire puzza).

    Per il resto, se può consolarti, le castronerie in ambito chimico che ho potuto sentire sono al pari (se non più pesanti) delle tue!
    Per esempio m'han chiesto se H2O2 sia la formula dell'acqua FRIZZANTE (dato che H2O è la formula dell'acqua), m'han detto che esistono "gas chimici" (porca spatola, tutti i gas sono "chimici"!) e in fine m'han chiesto come fanno gli autori dei libri di chimica a sapere come si ottiene un determinato prodotto sommando due reagenti.

    Ah, e anche se off topic, un ragazzo di agraria ha anche avuto il barbaro coraggio di dirmi testuali parole:
    "TU non sai quanto sia pesante stare 2 ORE in laboratorio ad analizzare qualcosa! Beati voi che studiate solo le cose teoriche e finite lì.".
    E niente, fa già ridere così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bah! Uno cerca di spiegare il ciclo dell'urea... Comunque, per la cronaca, l'odore delle persone anziane è dovuto al non-2-enale, che è un'aldeide e non un'ammina.

      A proposito. Su di un'etichetta dei depuratori dell'acqua ho trovato questa perla: "Rimuove le sostanze chimiche e fisiche." Come no.

      Immagino che poi anche a te avranno chiesto le due immortali domande:
      1) Se ti porto dell'acqua mi sai dire se è potabile?
      2) Per caso sai anche produrre delle droghe, vero?

      Elimina
    2. Non sapevo del perchè gli anziani abbiano quell'odore, grazie :)
      Comunque più che chiedermi se riesco a capire se un'acqua sia potabile o meno m'han sempre chiesto se....so fare le bombe -.-
      Per la droga, rimango dell'idea che Breaking Bad ha traviato ulteriormente le persona in merito all'idea di cosa sia o non sia un chimico! Me l'han domandato almeno un miliardo di volte....

      Elimina
    3. P.s. non parliamo del ciclo dell'urea, please, che sto preparando biochimica :D

      Elimina
    4. A me lo chiedevano già prima di BB, figuriamoci adesso...

      http://s.pikabu.ru/post_img/2013/08/28/1/1377642736_510530834.jpg

      Elimina
  3. Non ne capisco nulla di chimica e alle superiore la si studiava soltanto nel secondo anno, ma leggerti è come sempre piacevolissimo e in questo caso anche molto divertente. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voleva per l'appunto essere un post leggero e divertente! Grazie! :)

      Elimina
  4. Rieccomi in queste pagine, arranco ancora un po' con il recupero, ma si fa quel che si può :P

    Morgan Freeman: ho seguito le prime due stagioni dell'omonimo "Science Show" e mi è piaciuto, nonostante qualche penuria nella trattazione di argomenti "misteriosi" (ok, se non li hanno spiegati, che ti aspetti? ma è il limite di trasmissioni del genere). L'idea che mi son fatto da subito è che sia solo molto abile a raccontare attraverso un copione, fa la sua figura alla fine, ma lungi da me considerarlo un'eminenza del settore :D preferisco Brian May a questo punto.

    "Ma quindi nella Pepsi c'è la pepsina?"
    "No, ma c'è l'acido ortofosforico, vuoi sapere da cos'era ricavato e gli altri usi di bevande del genere?"
    Risposta che mi è venuta in mente ricordando il mio papà che, quando era in Marina, imbarcato, ha visto utilizzare la coca cola per pulire gli ottoni XD

    Se ti dico che all'esame di chimica ho sbagliato la domanda sulla pirite, me la rinfaccerai come fa una mia zia prof di chimica/scienze/ecc?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no che non te la rinfaccio! :)
      Però immagino saprai che alla base del tuo codice genetico c'è proprio l'acido ortofosforico, che lega uno dietro l'altro i vari nucleotidi, vero? ;)
      Beh, poi Brian May è un esperto, dopotutto ha un dottorato in astrofisica!

      Elimina
    2. Legandosi allo zucchero del nucleotide successivo, se la memoria non mi inganna. Per il resto ho rimosso tante, ma tante nozioni di chimica subito dopo aver superato l'esame all'università (dove si trattavano più le produzioni industriali).

      E Brian May ha anche il suo asteroide, cosa non da tutti :D

      Elimina
    3. Anche Freddie Mercury! :D

      Elimina
  5. Un mio compagno di classe delle superiori a un'interrogazione di chimica, mi pare sulla conduzione nei metalli, ha iniziato così la sua spiegazione: "Se si abbruciacchia un ferro..." :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivano XD

      mi hai fatto ricordare quando, alle medie, durante un compito di matematica, un compagno di classe scrisse "un cubo di all'uminio" :D

      Elimina
    2. A un celebre gioco di società.
      Domanda: "Parti del corpo. Con la L."
      Tizio che conoscevo: "LINGUINE."

      Scritta su di un muro vicino casa mia: "Ci son due coccodrilli e uno rango tango."

      Elimina
  6. Divertente! Ma lo sanno che il loro "prof" li ridicolizza in rete? ;-D

    RispondiElimina
  7. Sulle prime ho sorriso, poi anch'io mi sono fatta la domanda di Clementina quassù: gli episodi raccontati sono simpatici e ci sta che ci siano studenti/alunni più o meno sopra le righe, però il qualificarli come tamarri, cafoni o imbecilli... non è che ti stai facendo un regalo, se qualcuno di loro venisse a fare un giro nel tuo blog! 😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, in effetti sono tutte persone a cui ho fatto lezione in passato. Come detto, la maggior parte dei miei studenti è educata e fa interventi intelligenti, quindi penso riderebbero anche loro se leggessero questo post. :)

      Il tamarro (gli ho fatto lezione 5 anni fa) era un ragazzo molto simpatico. A Torino con "tamarro" si intende una persona vistosa, che ha atteggiamenti e vestiti volti a farsi notare, a differenza di altre zone d'Italia (in particolare Milano) dove significa grossomodo "bulletto" (il corrispettivo torinese è "tarro").

      Per quanto riguarda gli altri... Io mi occupo anche di formazione sul lavoro, il che significa che spesso faccio dei corsi che possono durare anche solo mezza giornata. Essendo corsi obbligatori, le persone non sempre hanno voglia (capita di vedere alcuni guardarsi per 4 ore lo smartphone), quindi entri in dei contesti complessi. L'unico limite per me è la buona educazione: quando dico "cafona" o "imbecille" intendo in questo senso. Della cafona avrei potuto riportare frasi e situazioni persino meno lusinghiere.

      Comunque il post ha un intento ironico, vuole solo strappare un sorriso in un blog fin troppo serio e che si prende un po' troppo sul serio. :D

      Elimina
    2. Tutto chiaro! 😉
      L'intento ironico si percepisce, eh, altroché!

      Elimina
  8. Ma si, ridiamoci su! Sono i classici interventi da facepalm in cui non sai se ridere o piangere (del genere: https://media.giphy.com/media/qmfpjpAT2fJRK/giphy.gif ) ... però devo ammettere che sono davvero divertenti.
    Le peggiori rimangono quelle di Real Time, ad ogni lor affermazione presumibilmente "intelligente" da qualche parte, nel mondo, uno scienziato muore...

    Nota: mai lasciare quel canale aperto davanti a un anziano perchè poi finirà per ripetere a raffica le lezioni che ha imparato lì quando sei nei paraggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa davvero tragica è che quelle non sono le cose peggiori che vanno in onda su Real Time...

      Elimina