lunedì 5 marzo 2018

Viaggio Multimodale assieme alle Muse (5/9): Tersicore

"La danza è una poesia in cui ogni parola è un movimento." (Mata Hari)

Tersicore, ovvero “colei che si diletta nella danza”, è la musa della Danza. Viene raffigurata con una lira in mano, ed è anche considerata la musa della lirica corale.

Arte
Tersicore mi suggerisce di parlarvi delle colorate opere di Keith Haring (1958-1990), che è stato un pittore e writer americano. Il suo stile è immediato, allegro, festoso e pieno di movimento; utilizza colori molto vividi e accattivanti che ricordano quelli della grafica pubblicitaria. I personaggi che tratteggia sono bidimensionali, stilizzati e con un tratto ridotto all'essenziale, quasi infantile. Grazie a questo suo stile immediatamente riconoscibile riesce a veicolare messaggi in maniera semplice, chiara e comprensibile. Per quanto riguarda la danza nello specifico, quest'opera mi sembra perfetta.



Letteratura
Per quanto riguarda la letteratura Tersicore mi sta suggerendo una delle più celebri storie di Arthur Conan Doyle, che vede protagonista Sherlock Holmes intento a risolvere il mistero raccontato ne L'Avventura degli Omini Danzanti. Un uomo si rivolge al detective chiedendogli il suo parere su di una vicenda strana, che a prima vista potrebbe sembrare uno scherzo oppure l'opera di qualche ragazzino, ma potrebbe invece essere qualcosa di molto più serio e pericoloso. Sua moglie ha ricevuto un foglio di carta con dei segni grotteschi, di cui è spaventata a morte, ma non vuole confidarsi con lui. Qual è il mistero che si cela dietro questo figurine in apparenza innocue?


Cinema
Tersicore mi sta ora suggerendo un film che ha fatto epoca, ovvero La Febbre del Sabato Sera (1977), grazie anche a una colonna sonora entrata di diritto nella storia della musica. 
Tony Manero è un ragazzo italoamericano con un grande talento per il ballo, al sabato sera si trasforma nel re delle discoteche. Un giorno decide di partecipare a una gara di ballo in coppia con una ragazza, con cui prende ad allenarsi e da cui inizia a sentirsi attratto, ma da cui si allontana per il timore di impegnarsi. 
Il film è meno spensierato di quanto possa sembrare a prima vista: tratta anche di temi sociali e razziali (Tony e la sua compagna vincono immeritatamente la gara di ballo perché la coppia che avrebbe meritato la vittoria è di origine portoricana). 

Musica 
Come musica Tersicore mi suggerisce anche lei i Pink Floyd: nel 1972 il Roland Petit Ballet aveva infatti allestito uno spettacolo di danza su alcuni dei loro pezzi più famosi. Nel video potete vedere quello sulle note di One of These Days.


Su di un Mondo Lontano una Moltitudine di Stelle 
Questa volta temo di dover passare... non c'è nessun racconto nel mio libro che parli della danza. In effetti ho scritto un racconto che parla della rivalità tra due ragazze in una compagnia di ballo (si intitola Prima Ballerina), però non compare in questo libro: farà di certo parte di uno dei prossimi. 
Potete trovare il mio libro sia in versione cartacea che digitale cliccando qui sulle parole.

E ora la consueta domanda: a voi cosa suggerisce la musa Tersicore?

11 commenti:

  1. In pittura non c'è che l'imbarazzo della scelta: le tante ballerine classiche di Degas, le danzatrici di Can Can di Toulouse-Lautrec, "La danza" di Matisse...
    In letteratura, penso che il ballo alla festa di Satana de "Il Maestro e Margherita", con tutti i personaggi equivoci della storia dell'umanità risuscitati per l'occasione, non abbia rivali.
    Per il cinema, "Luci della ribalta" di Charlie Chaplin.
    Per la musica, le tre Gimnopedie di Erik Satie, nome che si rifà all'antica festività spartana durante la quale avevano luogo le gimnopedie, danze processionali di efebi nudi, seguite da canti ed esercizi ginnici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, nella pittura anch'io avevo pensato più o meno le stesse cose che hai indicato tu, ma poi ho scelto consapevolmente un artista più particolare.

      Elimina
  2. Sono negato per la danza e quindi sono abbastanza poco devoto a Tersicore :-D
    Pena che mi viene in mente solo la commediola tipicamente anni '80 "Footloose"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi aspettavo che mi citassi Il Cigno Nero! :)

      Elimina
  3. Dai, come serie Saranno Famosi, e per il cinema aggiungo Footloose e Dirty Dancing :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che non ci avevo nemmeno pensato. E che ne dici di Flashdance? :)
      Il gioco comunque consiste nell'indicare dei film che si sono visti o dei libri che si è letto, e tutti quelli qui citati io non li ho mai visti.

      Elimina
  4. A me viene in mente il nome di una stazione spaziale presente nei fumetti di"Nathan Never"

    RispondiElimina
  5. Tersicore è musa importante, ma raramente abbiamo scambiato due chiacchiere. :-D Anch'io quindi sono poco ferrata, ma cerco di spremermi le meningi.

    - Arte: Senz'altro "La danza" di Henri Matisse, è il primo quadro che mi è venuto in mente. Ma anche quei dipinti a olio dei pittori veneti del 1500-1600 dove si raffigurano divinità danzanti a banchetti o festini, ce n'è uno di di Tiziano Vecellio ad esempio.

    - Letteratura: non ricordo assolutamente nulla di memorabile, sorry!

    - Cinema: "Il cigno nero" e non l'ho copiato dal tuo commento. ;)

    - Musica: Tutti i balletti, ma in modo particolare "Giselle" che ricordo mi piacque immensamente. Ma anche "Il lago dei cigni" è tra i miei favoriti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che Tersicore è la musa che ha messo più in difficoltà tutti quanti... ma mai quanto la prossima! :D

      Elimina