domenica 15 dicembre 2019

L'Attesa

"L'attesa del piacere è essa stessa il piacere." (Gotthold Ephraim Lessing)

Lo so, si continua a rimanere in attesa della pubblicazione del mio ultimo libro. L'idea di partenza era di farlo uscire nella prima metà di novembre, ma vuoi per la grossa revisione che ho effettuato nei mesi scorsi, vuoi per un picco di lavoro nel mese precedente, alla fine i tempi si sono abbastanza allungati. Purtroppo, per cause indipendenti dalla mia volontà, le tempistiche di pubblicazione stanno andando per le lunghe, e al momento non so quando potrà uscire. Speravo prima di Natale, ma il tutto è in forse. Perciò sto valutando se non sia il caso di mettere in stand-by il blog e rivederci nell'anno nuovo, e probabilmente sarà così. Nel frattempo, mentre si sta ancora in sospensione, ho pensato di approfittarne per un ulteriore post. Abbiate pazienza se l'argomento è tanto didascalico: l'attesa, appunto. Ecco alcune citazioni sul tema del'attesa, accompagnate dal contributo artistico del pittore impressionista Federico Zandomeneghi (1841-1917).

"L'attesa come segreto, così che nessuno al mondo ne sa qualcosa, tranne colui che è atteso e colui che attende – un sentimento che per intensità è superiore a qualunque altro. Quando poi c'è di mezzo l'amore e magari una grande distanza, un volo dall'uno all'altro continente, l'incontro finale è senz'altro la felicità più grande che esseri umani possano immaginare e sperimentare, poiché l'altra, quella che sarebbe ancora più grande, il ritorno di un morto, è loro negata." (ELIAS CANETTI) 

"Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te." (FRANZ KAFKA) 

"L’attesa è uno stato mentale. In pratica significa che voi volete il futuro; non volete il presente. Non volete ciò che avete, e volete ciò che non avete. Con qualsiasi tipo di attesa create inconsciamente un conflitto interiore fra il vostro qui e ora, dove non volete essere, e il futuro proiettato, dove volete essere. Questo riduce enormemente la qualità della vostra vita facendovi perdere il presente."
(ECKART TOLLE)


Per molti quello dell'attesa sembra quindi un sentimento negativo, un qualcosa di opaco e fittizio che ci fa perdere la sensazione del presente, del momento che si sta vivendo, per un qualcosa che ancora non c'è, e quindi in pratica non esiste. Ma forse in questo si può trovare la radice di una speranza, in quell'attendere fiduciosi ciò che ancora deve giungere. E l'attesa, da momento insopportabile, può divenire un qualcosa in grado di dare il senso di una pregustazione tutt'altro che spiacevole. Perché ciò che attendiamo alla fine potrebbe anche deluderci, e allora meglio immaginare una piacevolezza, piuttosto che scoprire che quella piacevolezza tale non era. Come il vero piacere del viaggio non è il giungere a destinazione, ma il viaggiare stesso, così è il piacere dell'attendere: la tensione, l'irrequietezza di un desiderio insoddisfatto, il fantasma di ciò che potrebbe essere, e magari non è. Insomma, a rifletterci bene, forse l'attesa reca con sé più connotazioni negative, come del resto sa bene chi ha da attendere l'arrivo di un treno in ritardo.

E a conclusione di questo atipico post, volevo anche inserire una qualche musica che riuscisse a dare un senso di attesa. Non sono certo di esserci riuscito con la mia scelta, però alla fine ho deciso per il brano Suspension di Jeff Beck.


mercoledì 11 dicembre 2019

Chimica for Dummies: Memorabili Momenti da Studente

In questo periodo caratterizzato dall'attendere, continuo col pubblicare dei riempitivi, così da non anticipare articoli in programmazione per i prossimi mesi. Nel precedente post vi ho raccontato alcuni episodi più o meno divertenti relativi al mio lavoro di insegnante. Era prevista anche una seconda parte, dedicata agli anni universitari. Sono stato però un po' in dubbio se pubblicarla o magari rimandarla, dato qualche fraintendimento (per fortuna risolto) nel post precedente, ma alla fine mi sono deciso a pubblicarla.

sabato 7 dicembre 2019

Chimica for Dummies: Memorabili Momenti da Insegnante

Temo che l'attendere sia ciò che caratterizza il blog in questo periodo; nel frattempo ho dovuto ricorrere a dei riempitivi, così da non anticipare il materiale in serbo per i prossimi mesi. 
Penso vi ricordiate di Chimica for Dummies, la rubrica più demenziale di questo blog, in cui ho raccontato le cose più sceme dette dai miei studenti. Ma non vi ho mai raccontato cosa fanno, e negli anni ne ho viste di cose...

domenica 1 dicembre 2019

La Vera Conta d'la Masca Sabroto

Al momento sono piuttosto impegnato a lavorare al mio ultimo libro: i tempi di pubblicazione si sono abbastanza allungati per via dei ritocchi finali che sto facendo in questi giorni, che hanno richiesto più tempo di quanto avessi preventivato. Siccome mi spiaceva lasciare tutto così in sospeso qui sul blog, ho pensato a un post che spero non sia soltanto un riempitivo. Torna infatti con un nuovo episodio la rubrica spin-off di Ore d'Orrore, dedicata a storie paurose al femminile. Nei due precedenti articoli abbiamo visto la storia della masca Micilina, la strega più famosa dei racconti popolari piemontesi. In questo nuovo appuntamento parleremo di un'altra celebre strega del folklore piemontese, quella Sabrota la Longia la cui vera storia forse non è quella più comunemente conosciuta... Perciò il vostro Dottor χ lascia ancora una volta la parola alla sua bella assistente Vulnavia, che è una grande esperta di streghe. Fidatevi, basta già vedere sua madre...