venerdì 3 marzo 2017

Uno Spirito sulla Scalinata per il Paradiso

L'argomento del post di oggi è una delle canzoni più famose della musica rock, su cui ci sono tantissime piccole e grandi curiosità da raccontare: Stairway to Heaven dei Led Zeppelin.



Siamo nel 1971. Jimmy Page e Robert Plant stanno buttando giù le idee per il nuovo album. La loro idea era di creare un pezzo che fosse un po' una summa delle diverse anime dei Led Zeppelin: blues, hard rock, folk. Nelle loro intenzioni doveva essere una specie di suite lunga una ventina di minuti. I due erano assieme in una casa di campagna, seduti davanti al caminetto; Page aveva cominciato a strimpellare sulla chitarra il famoso giro d'accordi iniziale, e su di esso Plant si era messo a comporre le liriche, addirittura, a suo dire, in modalità di scrittura automatica. Una volta che l'avrebbero inciso, il risultato finale, ridotto a soli otto minuti, avrebbe rispettato effettivamente l'idea iniziale: inizio folk (0-5:54), assolo blues (5:55-6:42), finale hard rock (6:43-8:02).
La canzone ha raggiunto una tale fama che sembra che in alcuni negozi di strumenti musicali ci sia il divieto di suonarla. Avevo sentito una storia simile sul riff di Smoke on the Water dei Deep Purple.
Circola da diversi anni una leggenda metropolitana su questa canzone, ovvero che conterrebbe dei messaggi satanici subliminali, inseriti con la tecnica del backmasking; in particolare ci sarebbe una strofa che suonata al contrario farebbe sentire un inno di lode a Satana. Questa diceria nacque probabilmente dal fatto che il testo della canzone ha un certo tono spirituale, oltre al noto interesse di Page per l'occultismo. I Led Zeppelin, assieme al loro tecnico del suono, hanno più volte smentito questa diceria. Si tratta in effetti di un caso di illusione uditiva, un fenomeno simile alla pareidolia.

Ascoltate ora quest'altra canzone. Si tratta di Taurus, del gruppo americano degli Spirit, presente nel loro omonimo album d'esordio uscito nel 1968. Notate qualche somiglianza?


Gli Spirit furono fondati da Randy Craig Wolfe, che a soli quindici anni aveva impressionato per il suo stile persino Jimi Hendrix, che gli diede il soprannome di Randy California. Hendrix gli aveva poi proposto di unirsi al suo gruppo e di seguirlo in Inghilterra, ma i genitori di Randy volevano che finisse la scuola e perciò restò in America.
Nel 1969 gli Spirit avevano fatto da apripista a due concerti californiani dei Led Zeppelin. Molti anni dopo Randy California, compositore di Taurus, avrebbe commentato a proposito di Stairway to Heaven: "un imbroglio [...] hanno fatto milioni di dollari con quella canzone e non hanno mai nemmeno detto "grazie" o "possiamo darti qualche soldo per averla usata?". Per me è un tasto dolente. Forse un giorno la loro coscienza suggerirà qualcosa a riguardo." 
Nel 1997 avvenne la tragedia: Randy e il figlio dodicenne stavano nuotando al largo di Molokai, quando vennero sorpresi da una fortissima corrente. Il ragazzo stava rischiando di affogare e Randy, che intuì il pericolo, con uno sforzo sovrumano riuscì a riportarlo a galla e trascinarlo a riva. Poi, stremato, venne preso da un'altra corrente e per lui non ci fu più niente da fare: morì affogato in quelle acque.
Arriviamo quindi ai giorni nostri, quando nel 2014 Micheal Skidmore, curatore del patrimonio di Randy California, intenta una causa contro i Led Zeppelin per l'attribuzione dei diritti della canzone, stimati attorno ai 560 milioni di dollari. Il giudice gli da inizialmente ragione, sostenendo che la somiglianza tra i due brani, in cui si poteva riconoscere la stessa progressione armonica, dovesse essere esaminata in sede processuale.
Nel corso dell'istruttoria viene però fatto notare come la scala cromatica discendente usata in entrambe le canzoni, oltre a risultare quantitativamente trascurabile a fronte degli 8 minuti di tessuto strumentale su cui è costruita Stairway to Heaven, sia in effetti piuttosto comune, nota da secoli poiché riferibile a una progressione di clavicembalo di epoca barocca, nonché impiegata in centinaia di altre canzoni, tra cui While My Guitar Gently Weeps dei Beatles. Diversi musicologi ed esperti di musica blues hanno preso posizione contro la pretestuosità della maggior parte delle imputazioni che venivano mosse ai Led Zeppelin, facendo notare come la musica blues sia un enorme coacervo di temi derivati dalle antiche tradizioni dei canti popolari ed elaborati collettivamente dagli schiavi neri nelle piantagioni e nei campi di cotone degli stati del sud: senza questa premessa, si sarebbe arrivati ad accusare di plagio praticamente qualunque musicista blues.
Nel 2016 il processo si è infine concluso con l'assoluzione dei Led Zeppelin.

E voi? Cosa ne pensate in proposito? Led Zeppelin o Randy California?

15 commenti:

  1. Eh caro mio, non conoscevo questo fatto ma penso proprio che abbia ragione Randy. Il motivetto è quello, sicuramente i Led ne han tratto "ispirazione".

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensa se vedessi gli spartiti delle due canzoni...

      Elimina
  2. Secondo me le somiglianze non sono tali da giustificare una condanna per plagio e la giuria ha svolto bene il suo lavoro.

    P.S. Il video degli Zeppelin è bloccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di avermelo segnalato, ora ho messo a posto.

      Guarda, forse per plagio magari no, però sono dell'idea che un riconoscimento a Randy California fosse almeno dovuto.

      Elimina
  3. Avevo seguito la vicenda, mi allineo con Ivano: Led Zeppelin senza dubbio alcuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho cercato di raccontare la vicenda nel modo più obiettivo possibile, in maniera giornalistica, senza dare opinioni di sorta, limitandomi a esporre i fatti per quel che sono.
      Qui nei commenti posso invece esprimere quella che è la mia opinione a riguardo: quel minuto introduttivo di StH è chiaramente ispirato a Taurus, c'è poco da girarci intorno. Questione diversa è invece la causa legale: Randy California non l'aveva mai voluta intentare, sono stati poi i suoi eredi a volerlo fare. Io credo che al di là della questione economica, un riconoscimento di qualche tipo a Randy fosse almeno dovuto.

      Elimina
    2. Sì il post è gradevole e informativo!
      Non so, a mio modo di vedere conferire un qualche riconoscimento potrebbe equivalere a un'ammissione effettiva di "plagio", forse per questo motivo i LZ non hanno proceduto in tal senso.
      Poi guarda, i casi di ispirazione, plagio sono davvero numerosi e a vario livello, bisognerebbe comprendere l'intenzionalità.
      [Di recente io ho trovato una discreta somiglianza tra Sick Love dei RHCP e un vecchio brano di Elton John, Bennie and the Jets, però qui c'è pure distanza temporale consistente e non c'entra col caso che hai descritto eh, era solo per dire].

      Elimina
  4. C'è poco da stupirsi: nell'ambito del pop si sono scopiazzati tutti l'un con l'altro. Uno che ha seguito in modo serio le vicissitudini dei vari gruppi musicali, a partire dalle band degli anni '50 fino alle formazioni più recenti, e che ha messo in luce episodi di ispirazione, suggestione, plagio, è senza dubbio Carlo Massarini. In alcune sue trasmissioni (la più storica era Mr. Fantasy, su Rai Uno) ha passato al setaccio una quantità enorme di casi analoghi, però di Randy e degli Spirit non sapevo niente fino ad ora, per cui ti ringrazio molto per questa informazione! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caso in assoluto più famoso credo sia stato quello di My Sweet Lord di George Harrison che fu anche un lunghissimo caso legale.

      Elimina
  5. esatto! In quel caso i giudici avevano dato torto a Harrison, riconoscendo la ragione all'altro (che comunque è già qualcosa), ma alla fine il successo l'ha raggiunto lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare di ricordare che fosse andata così; però mi sembra anche che la stessa canzone "plagiata" fosse poi "ispirata" a una canzone ancora più vecchia.

      Elimina
  6. Porca miseria, ma l'inizio è uguale! Non conoscevo la canzone degli Spirit e in effetti è impossibile negare una evidente provenienza. Però, se qualcosa doveva essere fatta ci doveva pensare l'autore nei tempi giusti, non i suoi eredi anni e anni dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che le motivazioni vadano ricercate sia nella personalità di Randy California, molto schivo e umile, e sia probabilmente nella difficoltà dell'intentare causa a un gruppo rock che poteva magari permettersi i migliori avvocati, aggiungendo che la causa diveniva internazionale (inglesi i LZ, americani gli Spirit), e immagino che dal punto di vista del diritto sia una cosa molto più complessa (puoi confermarmelo tu questo, che sei avvocato!).

      Elimina
    2. È vero, ma le prime motivazioni che hai addotto sembrano più convincenti.

      Elimina
    3. Randy (come testimoniato dalla sua vita) è stato un personaggio notevole, e per questo ripeto sia un peccato che non gli sia stato tributato il riconoscimento che avrebbe meritato.

      Elimina