domenica 10 dicembre 2017

Viaggio Multimodale nei Vizi Capitali (2/7): Superbia

"La gente è superba soltanto quando ha qualcosa da perdere, e umile quando ha qualcosa da guadagnare." (Henry James)

Diceva bene Henry James, ma bisogna anche dire che viveva in altri tempi. Infatti molto spesso è superbo anche chi ha poco o nulla: basti pensare a quelli che oggi, in virtù di un giro sulla rete, si sentono esperti dei più svariati argomenti, andando poi a veicolarli in forma corrotta, se non addirittura volutamente erronea, e persino a presentarsi e a discuterne da pari con chi quegli argomenti li ha studiati sul serio e ne ha fatto la ragione del proprio lavoro. A questo proposito l'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva in cui degli individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità o conoscenze, ritenendosi (ovviamente a torto) esperti della materia di cui discorrono, senza nemmeno rendersi conto della propria inadeguatezza in quel campo del sapere.
Il demone della superbia è Lucifero e l'animale che rappresenta questo vizio è il leone; la virtù che le si contrappone è l'umiltà.

Arte
A rappresentare la superbia nell'arte ho scelto il dipinto di Pieter Brueghel il Vecchio Grande Torre di Babele (1563).
Nella Bibbia viene raccontato che anticamente gli uomini vivevano nei pressi della città di Babilonia, dove avevano iniziato la costruzione di un'altissima torre, con cui intendevano raggiungere Dio; in realtà il loro scopo non era quello di glorificare l'altissimo, bensì se stessi. Allora per punire la loro superbia, Dio distrusse la torre e confuse il linguaggio parlato dagli uomini, che iniziarono a spargersi per il mondo in piccoli gruppi.
La Torre, arcano XVI dei Tarocchi, rappresenta proprio la Torre di Babele e il suo significato è l'arroganza.

Letteratura
Nella letteratura un ottimo rappresentante della superbia è Victor Frankenstein, protagonista del romanzo di Mary Shelley. Il suo desiderio di conoscenza diviene ossessivo, morboso nel raggiungere lo scopo di creare artificialmente la vita, tanto da equipararsi a Dio e peccando così di hybris. Le sue ricerche lo porteranno a riuscire a dare la vita a un essere, ma questo sarà deforme e mostruoso, e se la prenderà col suo stesso creatore, colpevole di avergli dato un'esistenza infelice che esso non desiderava. La creatura rappresenterà quindi la somma disgrazia e punizione della vita di Frankenstein, il Prometeo moderno.

Cinema
Non è facile trovare un analogo rappresentante nel cinema, ma pensandoci bene sono poi giunto a scegliere il colonnello Hans Landa del film Bastardi Senza Gloria (2009), diretto da Quentin Tarantino. Landa appartiene al corpo delle SS ed è soprannominato "il Cacciatore di Ebrei", per la sua abilità nello scovare gli ebrei che si nascondono nella Francia occupata dai nazisti. Sicuro di sé ed estremamente arrogante, non esita però a cambiare bandiera quando avverte che la sconfitta della Germania è ormai prossima.
Il personaggio è interpretato da Christoph Waltz, che per la sua performance ha vinto il Premio Oscar come Miglior attore non protagonista e il premio come Miglior attore al Festival del Cinema di Cannes.

Musica
Anche qui credo non sia facile indicare una musica che possa rappresentare la superbia. Però potrei dire che un qualsiasi shredder (un chitarrista dotato di notevole tecnica e velocità) ne ha dalla sua una certa dose, dato che spesso si vede sacrificata la melodica per il puro virtuosismo tecnico. Ho scelto quindi Yngwie Malmsteen, uno dei chitarristi più tamarri, e la sua Trilogy Suite Opus 5.

  
Su di un Mondo Lontano una Moltitudine di Stelle
Ritengo che il protagonista del racconto Così è anche se non vi pare possa ben rappresentare la superbia. Vitangelo Borrello è un signore siciliano noto a tutti per la sua estrema cortesia e disponibilità; ma a seguito di una botta in testa cambia completamente personalità, divenendo scorbutico, arrogante e cattivo. Ma può una botta in testa cambiare il carattere di una persona? Oppure invece è proprio quello il vero Vitangelo Borrello?
Potete trovare il mio libro sia in versione cartacea che digitale cliccando qui sulle parole.

Cosa ne dite della superbia? E le vostre associazioni quali sono?

8 commenti:

  1. Oddio non vedo l'ora di vedere la lussuria :p
    Comunque sì, tutti paragoni azzeccati^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lussuria penso che sarà interessante. ;)

      Elimina
  2. Il quadro di Bruegel lo adoro, è uno dei miei pittori preferiti in generale.
    Come esempi di superbia nell'arte/architettura mi viene un mente la reggia di Versailles: un capolavoro di bellezza ma anche un'ostentazione di lusso e potere esagerati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima scelta. Io personalmente scelgo sempre dei dipinti, mentre a un'opera architettonica non avrei pensato.

      Elimina
  3. Buffo però che mentre di una cosa con "superba" si intenda dire che è di altissimo livello, lo stesso aggettivo attribuito all'essere umano identifichi un vizio. Stranezze della lingua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'osservazione molto interessante. Direi che dipende dal contesto. L'etimologia di superbo è dal latino super, ovvero un qualcosa che si pone al di sopra di altre cose. Una cosa è superba perché il suo essere superiore le viene riconosciuto da altri; una persona è superba perché si ritiene da sè superiore agli altri. Quindi direi che la positività o negatività del termine deriva dalla provenienza del giudizio.

      Elimina
  4. Bastardi senza gloriaè un film bellissimo è Walz magnifico. Per il resto è sempre interessante leggerti 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, e mi è piaciuto anche di più in Django Unchained. :)

      Elimina