lunedì 24 giugno 2019

Io dalla A alla Z

Oggi è il mio compleanno, per cui ho deciso di pubblicare un post speciale, che riguardasse proprio me nello specifico. Il gioco consiste (se poi qualcuno di voi volesse replicarlo a sua volta nel proprio blog) nel raccontare qualcosa di sé in una delle modalità più classiche di questo blog, ovvero quella alfabetica.


A come Asimov. Una delle più belle similitudini che abbia letto è quella usata da Isaac Asimov in un suo articolo divulgativo per descrivere il meccanismo di un catalizzatore eterogeneo, tanto che la ripropongo sempre a lezione.

B come Biblioteca. Adoro le biblioteche, non solo prendere i libri in prestito, ma anche aggirarmi per gli scaffali, vedere che cosa contengono, esplorarle in lungo e in largo. Quando ho l'occasione per visitarne una in cui non sono mai stato, ci faccio volentieri un giro.

C coma Canticchiare. Non sopporto le persone che si mettono a canticchiare, e anche il fischiettare mi infastidisce. Ma soprattutto non sopporto quelli che sparano della musica (specie se fastidiosa) a un volume tale da crearmi disturbo. La mia soglia dell'irritazione musicale è pericolosamente bassa.

D come Dita. L'ultima falange del dito medio della mia mano destra è leggermente storta verso destra; sul lato sinistro è anche presente una gobbetta, dovuta a un callo: questo perché fin da bambino, quando scrivo, appoggio su di essa la penna. Sull'indice della mano sinistra è presente una cicatrice, la cui storia è raccontata in Sodio, uno dei racconti di Sistema Periodico (cliccando qui l'anteprima del libro).

E come Esame. Quando all’ultimo anno di università diedi l'esame di Analisi Chimica Applicata, le domande del docente mi misero in seria difficoltà, perché erano molto più specifiche rispetto quanto visto a lezione; inoltre aveva detto in cosa sarebbe consistito l'esame, e non era quello che stava chiedendo. Allora a un certo punto punto gli chiesi un time-out e gli feci notare quale fosse il mio corso di studi: era successo che mi aveva confuso con un altro studente, con cui aveva appuntamento più tardi, per cui mi stava facendo l'esame di un altro corso. Dopo essersi scusato, riprendemmo e alla fine ne uscii con un 30. 

F come Fobie. Soffro un po’ di claustrofobia: non mi piacciono gli ascensori e i soffitti bassi mi mettono a disagio; mi viene l’ansia solo all'idea di una spedizione speleologica. Ma anche un pochino di eisoptrofobia: non mi piace specchiarmi e cerco sempre di evitare di vedere la mia immagine nelle superfici riflettenti.

G come Golosità. Gli alimenti che mi danno dipendenza sono: caffé, cioccolato, arachidi, cocco. Sono anche particolarmente goloso di patatine, di qualunque tipo e gusto siano. Quando prendo il gelato, raramente scelgo gusti alla frutta; al contrario lo faccio con le granite.

H come Horror. Sono un grande amante dell’horror (ovviamente, visto il mio saggio Ore d'Orrore...); in particolare sono appassionato dei film usciti negli anni ’80-’90 e di quelli a episodi. Ogni estate faccio una maratona notturna di film dell'orrore intervallata da spezzoni dello Zio Tibia Picture Show, il tutto accompagnato con popcorn e patatine.

I come Ian Paice. Nel mio portafoglio ho l'autografo di Ian Paice, il batterista dei Deep Purple, che nel 2005 era venuto a Moncalieri per esibirsi in un locale con la cover band italiana del gruppo.

L come Lodi. All'università ho preso tre volte 30 & Lode; tutti e tre gli esami erano di Chimica Organica.

M come Memoria. Ho un'ottima memoria, sia fotografica che episodica. Un'unica cosa ho difficoltà a memorizzare: di aver chiuso a chiave la porta di casa quando esco, tanto che spesso mi tocca tornare indietro per controllare di averlo fatto.

N come Natura. Amo molto il verde e gli alberi. Inoltre mi piace passeggiare per la città, ma anche andare in bicicletta. Ai tempi del liceo ogni bicicletta nel mio gruppo di amici aveva un nomignolo, che le era stato assegnato da uno di loro facendo riferimento a una scuderia di Formula 1; la mia era "la Ferrari", perché di colore rosso.

O come Occhi. I miei occhi sono azzurri, ma il loro colore tende a variare, a seconda della luce e dell'umore, da una sfumatura più sul verde a una tendente al grigio. Hanno inoltre pagliuzze dorate e quello sinistro una macchia castana.

P come Pizza. La pizza è in assoluto il mio piatto preferito. Tra quelle che mi piacciono di più ci sono: speck & brie, gorgonzola & cipolla, bufala & ananas. Le cose che per me non devono esserci assolutamente su una pizza sono: tonno, frutti di mare, patatine fritte, pesto, kebab (specie se con la salsa yogurt).

Q come Quaderni. Conservo ancora gelosamente tutti i miei quaderni di appunti e le dispense dell’università.

R come Ricordo. Il ricordo più antico che possiedo risale a quando avevo quattro anni. Era il 1988 ed ero in vacanza a Caorle coi miei genitori: mi ricordo la camera d'albergo in cui stavamo.

S come Shout to the Top. Questa canzone degli Style Council (1984) è la suoneria del mio cellulare. Ho una vera fissazione per la musica pop anni '80.


T come Tiramisù. Il tiramisù è l’unico dolce che non mi piace, mentre la panna cotta è il mio preferito. Mi piacciono tutte le torte con l'eccezione della pastiera.

U come Università. Una delle più belle esperienze che ho avuto come docente è stata quando due anni fa ho tenuto una serie di lezioni presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell'Università di Torino, che ha sede a Grugliasco: facevo esercitazioni di chimica generale.

V come Vampiri. Il mio mostro preferito è il vampiro, e infatti il mio film dell'orrore preferito è Ammazzavampiri (1985), che ho in videocassetta e ho visto almeno una dozzina di volte.

Z come Zazzara. Un soprannome datomi ai tempi del liceo era Zazzara, storpiando il mio cognome. All'università alcuni compagni di corso mi chiamavano Pent. Voi però non usateli: detestavo il primo e tolleravo a mala pena il secondo.

44 commenti:

  1. Auguroni per prima cosa!!!!! Mi sono divertita molto a leggere di te, ma la pizza con l'ananas non te la perdono 🤪🤪

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è troppo buona! Però la mangio veramente di rado, saranno anni... 😜
      Grazie per gli auguri!

      Elimina
  2. Tanti auguri!
    Quando alla L ho letto "Lodi" e riferimenti a esami, per un attimo ho pensato che avevi fatto gli studi universitari a Lodi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ho studiato a Torino, che tra l'Università e il Politecnico, almeno all'epoca, era classificata come una delle migliori d'Italia. 👨‍🎓
      Grazie per gli auguri!

      Elimina
  3. Due cose:
    la pizza i frutti di mare, per me la preferita e non capisco come non possa piacerti :-D
    e la sveglia musicale, tanto per rimanere degli anni '80, The magnificent Seven dei Clash

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che a me in realtà i frutti di mare non piacciano in generale... li trovo disgustosi nel loro essere gommosi... 😝
      The Magnificent Seven mi è sempre piaciuto quel sound così funk: altro che Sex Pistols, questi erano musicisti!

      Elimina
    2. Sandinista è stato per me uno degli album simbolo degli anni 'ottanta

      Elimina
    3. Io non sono dello stesso parere (cioè come album rappresentativo degli anni '80), però i Clash sono i Clash, diamine! 😀

      Elimina
    4. Ora sono curioso... Qual è per te? (Anni ottanta, naturalmente)

      Elimina
    5. Non c'è un solo album, ce ne sarebbe più di uno. Sicuramente metterei nella lista:
      1984 - Van Halen
      Rio - Duran Duran
      True - Spandau Ballet
      Thriller - Micheal Jackson

      Elimina
    6. Di quelli citati solo rio, un altro gruppo mitico per me i duran Duran.
      Poi ci metto Sandinista, New Gold Dream e i Devo con un paio di Album

      Elimina
    7. Tieni presente che hai detto "album simbolo", quindi dovrebbero essere rappresentativi di quella decade.
      Altrimenti io avrei inserito Making Movies o Brothers in Arms.

      Elimina
    8. Certo, certo, diciamo che è un off topic molto soggettivo il mio, ma sono i miei gruppi simbolo degli ottanta

      Elimina
    9. Ok, soggettivo! Io invece l'avevo inteso in senso più generale: quali dischi potrebbero rappresentare bene gli anni '80?

      Elimina
  4. Buon compleanno Marco. Bello conoscerti meglio. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Auguroni di buon compleanno!!! Carino il post, ma ho paura a replicarlo nel mio spazio dato che...beh, facendo un confronto con quanto da te scritto verrebbe alla luce che siamo come una molecola omonucleare e l'IR :D :D

    P.s. io odio gli organici..... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, col taglio ironico che hai penso che ne verrebbe fuori un gran bel post! 🙆‍♂️
      Comunque ti ringrazio per gli auguri!

      Elimina
    2. Alla fine l'ho fatto :P Ma non so se sia ironico :/

      Elimina
  6. Buon compleanno (tra l'altro mi ricordavo bene che era oggi)!
    Non ci ruberemo mai le pizze a vicenda, dato che io riesco a mangiarla solo con il tonno o i frutti di mare. Ma neanche il dolce, visto che il tiramisù è il mio preferito e lo ordino come dessert ogni volta che vado in un ristorante.
    Condividiamo in compenso la passione per l'horror e la dipendenza dal caffè ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche la cioccolata mi sa che non ce la ruberemmo... Mi hai detto che a te piace amarissima, mentre per me la gradazione perfetta è il 50% di cacao! 🍫
      Grazie per gli auguri!

      Elimina
    2. Ricordi bene, mi piace amarissima, tipo tra il 95 e il 98% di cacao. Come il caffè del resto. Pensa che ogni tanto alle macchinette mi capita di sbagliare e di non riuscire ad azzerare lo zucchero. Anche se dopo mi guardo bene dal mescolare, per me è lo stesso una sofferenza berlo.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Grazie!
      Ringraziamenti altrettanto belli! 😉

      Elimina
  8. Ho notato un'inquietante attinenza fra la paura di specchiarsi e il mostro preferito. Non è che sei un vampiro 🧛‍♂️? 😉
    Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerando che patisco anche tanto il caldo e comincio a sentirmi morire, e preferisco la notte... potrebbe essere! Solo che il vampiro ha un'alimentazione... un po' discutibile. Io preferisco la pizza!
      Ciao, grazie per gli auguri! 🧛‍♂️

      Elimina
  9. Anche io odio che canticchia e fischietta.. ultimamente fischietto qualcosa al mio pappagallino per insegnargli un motivetto ma lui mi gracchia contro.. probabilmente è una cosa che nemmeno a lui piace.... >_>

    La mia memoria fa schifo!

    Sembra che tu abbia degli occhi meravigliosi!

    Io adoro il tiramisù. :p


    PS: Anche se in ritardo, tantissimi auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' andata peggiorando con gli anni 'sta cosa... Alla fine ho scoperto sinistre affinità con Sheldon Cooper di Big Bang Theory: anche lui aveva vietato a Leonard di fischiettare nel loro appartamento! 🤪
      Grazie per gli auguri, sempre molto apprezzati!

      Elimina
  10. Innanzitutto Auguri, però sto fatto del tiramisù proprio non mi va giù ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi aspettavo invece che qualcuno mi tartassasse sulla pastiera!
      Nel tiramisù sono i biscotti rammolliti che non mi garbano!
      Una panna cotta mi rende felice! O una crostata di amarene accompagnata da un buon caffé! 🍰
      Grazie mille per gli auguri!

      Elimina
  11. Innanzitutto BUON COMPLEANNO anche se in ritardo :)
    Allora, i vampiri mi stanno in culo (peggio: gli zombie).
    La gobbetta sul medio ce l'ho pure io per lo stesso motivo.
    Bello ciò che è successo all'esame, professore comunque onesto comprensivo e non stressato.
    P.s. mi odieresti: io canticchio sempre!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli auguri!
      Purtroppo per la gobbetta non possiamo recedere: una volta imparato a impugnare la penna in un certo modo, non si torna indietro! 😒

      Elimina
  12. Per prima cosa buon compleanno anche se in ritardo! :) Alla lettera E come Esame... che dire? Che esperienza estraniante dev'essere stata! Come te, la pizza è il mio cibo preferito, vivrei di pizza. ^_^ Il mio mostro preferito, anche se forse tecnicamente non lo è, è il fantasma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché il fantasma non sarebbe un mostro? Certo che lo è! 👻
      Sì, mi stavo preoccupando parecchio durante quell'esame, per fortuna si è riusciti a uscirne senza danno!
      Grazie per gli auguri!

      Elimina
  13. Anche se un po' in ritardo tanti auguri Marco! Fa sempre piacere leggerti ;)
    Sulla natura ti capisco, da quando sono tornata in Italia e ho preso un cane non riesco a smettere di camminare e fare herping!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tanto per gli auguri, Anna!
      Un altro cane? E il Trifola sempre a casa dai tuoi, vero? 🐶

      Elimina
    2. Trifola sempre a casa a fare il pigro! Da un anno e mezzo è arrivata Grace invece, una lupotta bianca che fa pet therapy e lezione ai bambini insieme ad altri samoiedo che addestro :) è fantastica! Anche se Trif è un po' geloso.

      Elimina
    3. Ho subito cercato samoiedo... che palle di pelo! 😀

      Elimina
    4. Si è una nuvola! C'è sempre qualche bambino che mi chiede se posso regalargliela 🤣 è meno divertente però quando vanno lavati!

      Elimina
  14. Per un lungo periodo non ho frequentato il mondo del blog e ho letto solo oggi questo simpatico post. Ma anche a Moncalieri il 24 giugno è giorno festivo come a Torino o si festeggia solo a casa tua?
    Per quanto riguarda la pizza io preferisco combinazioni semplici e poco "formaggiose" ma se non gradisci il tiramisù passalo pure di qua che a me piace parecchio.
    Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente no, ogni città ha il proprio patrono; nel caso di Moncalieri è il Beato Bernardo, che si festeggia attorno al 15 luglio, come avevo raccontato quest'inverno nei post dedicati alla mia città.

      Elimina