sabato 1 aprile 2017

Ci Avviamo verso la Conclusione?

Siamo dunque giunti alla fase conclusiva del blog Arcani. Con quanto realizzato in questi mesi, ritengo di aver ultimato i discorsi che avevo lasciato in sospeso, per cui il blog ha ormai assolto alla sua funzione. Ma non è ancora venuto il momento di salutarci, perché prima della chiusura sono in programma ancora degli altri articoli.
A dire il vero mi sarebbe piaciuto chiudere il blog con il centesimo post, dato che 100 è il numero di racconti di Guerra e Pace sul Retro di una Cartolina. Visto però che nelle scorse settimane sono nati dei buoni spunti per parecchi altri articoli (compreso un ciclo di sei post che penso sarà interessante), che potrebbero ulteriormente espandere quanto già trattato, ho deciso di andare avanti ancora per qualche tempo. Non credo che questa notizia farà sobbalzare la blogosfera, ma sia come sia per un po' si continua con questo blog.

Nel frattempo riepilogo qui le soluzioni ai minicontest proposti in questi mesi.
- Contest sul Retro di una Cartolina #1: i racconti di Sherlock Holmes in cui compaiono Irene Adler e il professor Moriarty sono rispettivamente Uno Scandalo in Boemia e Il Problema Finale (noto anche come L'Ultima Avventura).
- Contest sul Retro di una Cartolina #2: il chimico che ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura (nel 1981) è Elias Canetti.
- Contest sul Retro di una Cartolina #3: il personaggio di Vulnavia è ispirato alla bella assistente de L'Abominevole Dottor Phibes, mentre il Dottor χ è ispirato a Doctor Who (χ è la lettera greca chi... ovvero si tratta un gioco di parole, perché traducendo in inglese letteralmente "Dottor Chi" sarebbe Doctor Who; inoltre è anche la prima sillaba della parola "chimica").
- Contest sul Retro di una Cartolina #4: i racconti dei miei tre libri in totale sono 164 (42 in Incubi e Meraviglie, 22 in Arcani, 100 in Guerra e Pace sul Retro di una Cartolina).

"Ciò che scriviamo è influenzato da quello che leggiamo e da ciò vediamo del mondo, e ciò che abbiamo scritto influenza di rimando noi stessi e il modo in cui leggiamo e vediamo le cose, in una risonanza senza fine di echi." 

11 commenti:

  1. Ma quindi non si legge "x", ma "chi"!
    Bellissima questo gioco extralinguistico.
    Oh, contento che (ancora) non chiudi, chissà se magari stavolta non chiuderai proprio ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, non era un x, ma una chi!
      La chiusura è stata rimandata, avevo per le mani degli argomenti penso interessanti e volevo provare a proporli. :)

      Elimina
  2. Sono contenta che questo blog vada avanti ancora per un po'.
    Buona domenica :-)

    RispondiElimina
  3. Mi piace questa notizia è sono curiosa di scoprire i nuovi post! :)

    RispondiElimina
  4. Anch'io sono contentissima che tu vada avanti ancora. Speriamo, anzi, che i nuovi articoli si moltiplichino... all'infinito! Mi dispiacerebbe proprio non leggerti più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la boa del 100° post la superiamo senz'altro. Di sicuro usciranno almeno un'altra dozzina di articoli, per un paio di mesi. Che poi questi piacciano, ricevano molti commenti, non cadano inosservati alla blogosfera, questo è un altro paio di maniche.

      Elimina