mercoledì 15 maggio 2019

Le Vite dei Chimici dalla A alla Z (introduzione)

Due anni fa ho pubblicato un post intitolato La Chimica dalla A alla Z (parte I e parte II), che ha ricevuto diversi apprezzamenti; allo stesso modo il mio post dell'anno scorso Galleria di Chimici e Scrittori ha ottenuto un buon riscontro. Per me sono dei risultati interessanti e credo siano testimoni del fatto che se anche la Chimica spesso venga vista da molti come qualcosa di complicato, distante e persino ripugnante (ovvero la chemofobia), eppure riesce lo stesso a colpire l'immaginario collettivo in maniera positiva. Dopotutto noi chimici siamo i discendenti intellettuali di maghi e alchimisti, quindi una certa tendenza alla spettacolarità e all'intrattenimento fa parte del nostro DNA culturale. Forse è anche il fatto che la Chimica è una scienza relativamente giovane, dato che, a differenza di scienze più antiche come la Matematica e la Fisica, nasce solo alla fine del XVIII secolo. O forse, citando Primo Levi, la Chimica non è altro che "un caso particolare, una versione più strenua del mestiere di vivere." 
Ma soprattutto la Chimica è fatta di uomini e donne che vi hanno lasciato nel corso di questi 200 anni un'impronta durevole con le storie delle loro vite; storie di esseri umani strettamente intrecciate a quelle delle ricerche da loro compiute, che a volte ne hanno persino decretato la sorte, meravigliosa o tragica che fosse, ma il cui prezioso contributo sempre e comunque è divenuto patrimonio dell'umanità tutta, tra successi e conquiste, come tra sconfitte e cadute. Perciò avrà presto inizio su questo blog una serie di post, sempre nel format alfabetico che ho di frequente utilizzato, con cui intendo raccontarvi le vite coincidenti e parallele di uomini e donne che hanno fatto la storia di questa scienza, che è la scienza di tutto quanto, la scienza dei cambiamenti e degli equilibri, quella scienza che è tanto mia quanto vostra.

10 commenti:

  1. Azz, pensavbo che dopo la foto ci sarebbe stata almeno la lettera A..un'anteprima...quattro righe del primo chimico...non vedo l'ora. L'argomento mi pare molto interessante!

    RispondiElimina
  2. Beh, ovviamente non vedo l'ora di leggere questi post :D Sarà bello scoprire il lato "umano" di tutti quei nomi e cognomi che hanno popolato i miei incubi pre-esame :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono delle belle storie da raccontare, strettamente intrecciate alle scoperte fatte.

      Elimina
  3. Sembra interessante e penso che ti seguirò, sebbene con il mio nuovo modus operandi a intermittenza. Mi domando se comincerai con Asimov (altri chimici con la A non mi vengono in mente adesso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non Asimov, perché qui ho intenzione di parlare soprattutto di chimici di laboratorio, e di Asimov avevo già parlato nel post linkato sopra.
      Di chimici molto importanti con la A ce ne sono almeno due... Io ne ho scelto uno dei due.

      Elimina
  4. Interessante, perché no.
    La chimica mi resta ovviamente lontanissima seppur tu dirai che mi è vicina (ovviamente)... vedremo :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che in questa serie di post si vedrà più l'aspetto biografico e umano che non quello scientifico, pur essendo questi aspetti strettamente legati tra loro.

      Elimina
  5. Come già sai io appartengo probabilmente alla categoria dei chemofobi, comunque leggerò con interesse questi post. Purché ci siano molti riferimenti biografici e pochissimi riferimenti a formule chimiche ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti più dei primi che delle seconde. 😉

      Elimina